AVERE UN SITO WEB

Come chiedere un preventivo per il sito web

Come chiedere un preventivo per il sito web

 

Come chiedere un preventivo per il sito web, cosa fare e cosa non fare quando si chiede un preventivo, cosa non deve mancare nel preventivo per il sito internet: questo post parla di questo.

 

Vorresti avere un sito web, cerchi in internet siti di professionisti o web agency che fanno siti internet e vorresti un preventivo. Ma esistono dei trucchi per chiedere un preventivo in modo da evitare poi delusioni? Come puoi trovare facilmente il tuo web designer ideale? E come scegliere tra i diversi preventivi per un sito web? Quali sono le cose che il tuo sito, per funzionare, deve assolutamente avere?

Fare un sito web per la propria attività è un viaggio importante, quindi è importante scegliere la persona giusta con cui farlo, perché diventi un percorso interessante, utile, meno faticoso possibile, e soprattutto per avere risultati reali.

 

Il sito web deve lavorare per te, portarti clienti, agevolarti nel tuo lavoro, non deve essere un peso o un costo ma un investimento. Realizzare il sito web deve essere un’esperienza utile.

 

Quando dobbiamo investire i nostri soldi e il nostro tempo è meglio partire col piede giusto e già in fase di preventivo sapere come muoversi, cosa chiedere, quali caratteristiche valutare in base alle proprie esigenze.

Prima di tutto è importante sapere che un sito è un lavoro su misura.
Il sito perché funzioni deve essere giusto per te, per i tuoi obiettivi, per il tuo tipo di attività, il tuo stile.
Prima di fornire un preventivo ci si deve conoscere.

Io, per esempio, offro la consulenza gratuita per fare un preventivo personalizzato.
La chiamo consulenza, anzichè incontro conoscitivo, perché è una vera e propria consulenza, cioè:
– ci si conosce,
– mi parli del tuo lavoro
– facciamo un’analisi della tua situazione
– ti fornisco un report con dei consigli
– e, anche, una proposta per lavorare insieme, con un preventivo di tempi, costi, modalità.

I consigli ti serviranno anche se decidi di non lavorare con me.
Quando mi contatti, per prima cosa, ti mando un questionario online da compilare, breve e semplice, poi si approfondisce in videochiamata. Il dialogo avviene principalmente in email.

Non tutti lavorano in questo modo.
Di solito le agenzie fanno gestire questa fase iniziale all’agente commerciale che non ha le competenze per fare una vera e propria consulenza e non ne ha neppure l’interesse, perché lavora a percentuale.
Mentre i liberi professionisti come me gestiscono di solito questa fase in prima persona permettendoti di conoscere, valutare e scegliere la persona con cui poi avrai sempre a che fare nelle varie fasi della creazione del tuo sito, dei suoi contenuti, della tua strategia.
Non tutti i professionisti fanno questo lavoro gratuitamente, spesso offrono una consulenza a pagamento, facendo in pratica pagare al cliente l’acquisizione cliente. Fanno distinzione tra l’incontro conoscitivo gratuito che ha come scopo fornire un preventivo e la consulenza che offrono a pagamento che porta comunque alla fine a un preventivo.
Posso capire la loro scelta ma io preferisco che questa fase sia gratuita per avere maggiore libertà di scelta (faccio solo una consulenza a settimana) e preferisco che l’incontro conoscitivo sia approfondito per un preventivo davvero personalizzato.

Mi è molto utile parlare con i miei potenziali clienti, conoscere personalmente le loro esigenze.
Sono dati preziosi, più dei numeri di complesse statistiche d’accesso, per me.

Ci sono clienti che sottovalutano questa fase, vorrebbero una risposta veloce e superficiale, un semplice “il sito costa tot” e non vogliono perdere tempo in una consulenza. Sono gli stessi che del preventivo leggono solo il costo. Se il tuo pensiero è questo te lo dico chiaramente: non avrai un sito che funziona davvero, con un buon ritorno dell’investimento, se non hai la consapevolezza che sia una cosa importante su cui investire tempo e denaro.

Ecco i consigli per muoversi col piede giusto.

LE 6 COSE DA FARE QUANDO SI CHIEDE UN PREVENTIVO PER IL SITO WEB

  1. Prima di chiedere il preventivo cerca in Google e guarda i siti web di web agency e professionisti, senza fermarti ai primi risultati e a quelli vicino a te. Prenditi il tempo per leggere con attenzione la pagina chi siamo, i servizi, guarda il portfolio. Guarda lo stile del sito, sia da computer che da telefono. Se ti piace, se è veloce, se si capiscono bene le cose essenziali.
  2. Seleziona i siti che ti convincono di più e contatta l’azienda tramite il form di contatto o in e-mail, seguendo le indicazioni (ci sarà sicuramente un invito a contattarli e come).
  3. Fornisci le informazioni principali subito, presentandoti: nome e cognome, nome dell’azienda, di cosa ti occupi, indica se hai già un sito e se sei nei social, fornisci indicazioni sui tuoi obiettivi, sul tipo di sito pensi ti serva, con quali funzionalità, e se non hai ancora le idee chiare dillo chiaramente, è normale. Renditi disponibile prima della stesura del preventivo per un approfondimento, per chiarire tutti i dubbi, non chiedere un preventivo “generico” per risparmiare tempo, il tuo sito web non è generico, è unico. Perlomeno dovresti puntare a questo. Non stupirti se ti verranno poste molte domande e se ti verrà chiesto di rispondere a un questionario scritto, stupisciti piuttosto del contrario. Rispondere ti servirà anche a chiarirti le idee.
  4. Qualunque sia la modalità, per stilare il preventivo ci possono volere alcuni giorni. Quando ti arriva conferma di averlo ricevuto e prenditi il tempo di rispondere in un paio di settimane. Se hai domande falle subito in email, leggilo con attenzione confrontandolo con gli altri ricevuti, oppure chiedi di approfondire con un incontro online, ma chiarisci qualunque dubbio prima possibile.
  5. Non aspettarti che il preventivo sia valido per sempre. Di solito dovrebbe essere indicata una scadenza, ma anche se non c’è consideralo valido solo per l’anno in corso. Un professionista o un’azienda che funzionano sono costantemente in evoluzione e la disponibilità e i prezzi si riferiscono sempre alla situazione del momento.
  6. Fornisci una risposta e una motivazione in ogni caso, anche se è un no.

LE 3 COSE DA NON FARE QUANDO SI CHIEDE UN PREVENTIVO PER IL SITO WEB

  1. Evita di mandare un’email con scritto “per favore mi chiami avrei bisogno di un sito”, lasciando il numero di telefono, magari anche senza il per favore e magari anche senza firma. Un web designer lavora in internet e per internet, e quando si realizza un sito si comunica principalmente in e-mail, quindi far capire da subito che non si è capaci di usarla non aiuta la comunicazione, ci saranno eventualmente altri momenti per sentirsi per telefono, magari in videochiamata. Per lo stesso motivo sconsiglio di telefonare. L’web designer potrebbe pensare che gli farai perdere ore in telefonate inutili.
  2. Evita di minimizzare l’importanza di internet, rispondi alle domande che ti vengono poste, considera che più cose l’web designer sa di te e più facilmente riuscirà a farti una proposta davvero su misura per te e che ti sia utile.
    Avere un atteggiamento di fiducia non ti farà fare cattivi affari, al contrario ti eviterà delusioni e incomprensioni. Evita frasi come “ho mio nipote che fa il liceo che è bravissimo col computer me lo farebbe lui ma non ha tempo deve studiare” o come “purtroppo ormai il sito internet bisogna averlo per forza”. Dimostri solo di non sapere cosa è un sito web e che lavorare con te sarà faticoso.
  3. Evita di chiedere il prezzo prima ancora di aver salutato. Il costo di un servizio che acquistiamo è importante (e per questo nel mio sito ci sono indicazioni sui prezzi) ma è soprattutto importante il valore di quello che stiamo acquistando, i benefici che ne otterremo. Se l’unico o il principale parametro che ci interessa è il prezzo, difficilmente avremo un buon ritorno dell’investimento e alla fine quei pochi soldi che abbiamo speso saranno comunque stati sprecati.

 

La legge degli affari sancisce l’impossibilità del pagare poco e ottenere molto.
Un buon compratore lo sa e non rischia di buttare i suoi soldi e il suo tempo.

 

COSA NON PUÒ MANCARE IN UN PREVENTIVO PER IL SITO INTERNET

Quando, dopo essersi conosciuti, ti viene inviato il preventivo, cosa deve contenere?
Questo il minimo indispensabile:

  1. DATI – La data di invio, la scadenza del preventivo, i dati di contatto di chi te lo fornisce, i tuoi dati.
  2. INDICAZIONI PRECISE – La situazione attuale della tua attività e i problemi riscontrati, gli obiettivi del sito web e della strategia, le caratteristiche tecniche del sito, le sue funzionalità, i servizi inclusi, le modalità di esecuzione del lavoro e di comunicazione tra voi.
  3. TEMPI E COSTI – Tempi previsti di esecuzione e costi previsti, modalità di pagamento e di invio del materiale necessario.

LE CARATTERISTICHE DI UN PREVENTIVO EFFICACE

Il preventivo è spesso un test importante per capire come lavora l’web designer.
Dal preventivo capirai se è puntuale e affidabile, se tende a scrivere in modo chiaro, se cura i particolari.
Io considero il preventivo, non una semplice comunicazione riguardante il costo di un servizio ma una vera e propria proposta di lavoro completa, quindi credo che queste cose siano importanti:

  1. Il preventivo per il tuo sito non deve essere generico ma scritto in modo personalizzato in base alle informazioni ricevute, chiaro, scritto con parole semplici, non standard e non puramente tecnico.
  2. Il preventivo deve essere impaginato bene, piacevole da leggere e con il testo formattato per una lettura agevole. In pdf, curato nei particolari. Non una risposta buttata lì in email o nel messenger ma un file allegato ad una e-mail scritta con cura.
  3. Meglio se il preventivo per il sito internet fornisce molte informazioni, essendo un lavoro complesso, purchè siano chiare. Per esempio opzioni tra cui puoi scegliere, indicazioni di eventuali servizi aggiuntivi non obbligatori, spiegazioni di termini tecnici, indicazioni precise step by step di come si lavorerà e di come si procederà con gli aggiornamenti in futuro, elenchi di cosa è compreso e cosa no. Il fatto che sia composto da diverse pagine e che spieghi bene le cose dimostra trasparenza e cura.
  4. Nel preventivo dovrà essere chiaro chi sarà la persona di riferimento a cui ti rivolgerai e quale qualifica ha. Non è la stessa cosa parlare direttamente con il web designer, che è la persona che ti realizza il lavoro e che coordina le persone del team (nel caso il lavoro comprenda diverse figure professionali), o parlare con una persona che ha solo competenze commerciali e fa da tramite.

LE CARATTERISTICHE CHE UN SITO WEB, OGGI, DEVE AVERE:

Oltre alle caratteristiche del preventivo ci sono anche le caratteristiche del sito web che ti viene proposto, fondamentali per fare una scelta. Queste quelle che oggi sono indispensabili, a mio parere, e che dovrebbe allarmarti se non sono indicate nel preventivo come caratteristiche del tuo sito:

  1. RESPONSIVE – il sito deve essere assolutamente visibile al meglio su tutti i dispositivi principali, soprattutto su smartphone, oggi, perché la maggior parte degli utenti si collegano a internet da mobile.
    ( Cosa significa responsive su misura )
  2. USABILE – il sito deve essere fatto da qualcuno che sappia cosa è l’UX design, cioè che faccia in modo che il tuo sito sia facile da navigare e leggero, che non sia, per i tuoi potenziali clienti, una caccia al tesoro o una corsa ad ostacoli.
    ( Cos’è la User Experience )
  3. SU MISURA – il tuo sito deve rispecchiarti, deve essere su misura per te, non deve essere uguale a quello di nessun altro e quindi accertati che chi lo deve progettare conosca i linguaggi necessari e non utilizzi scorciatoie, più tardi potresti accorgerti che a qualunque tua richiesta ti sentirai rispondere che “il template non lo prevede”.
  4. SEO FRIENDLY – assicurati che chi te lo realizza abbia competenze di seo (lavoro che si fa per indicizzarsi nei motori di ricerca), in modo che ti possa assicurare che la struttura del sito tenga conto delle parole chiave principali e che le pagine contengano gli elementi di base utili ad indicizzarsi.
    ( Cos’è la seo e come funziona )
  5. STRATEGIA COMPLETA – assicurati che il sito faccia parte di una strategia completa in base al tuo piano di business e alle tue esigenze, in modo che ti sia davvero utile, che ti porti clienti nuovi, che ti permetta di rimanere in contatto con quelli che già hai, che ti agevoli nel lavoro, ti faccia risparmiare tempo, sia un vero investimento.
    ( Cos’è il funnel marketing )
  6. CONTENUTI ADEGUATI – il sito, per funzionare, deve avere i contenuti adeguati, cioè i testi, le immagini, la grafica e soprattutto devono essere chiari i concetti fondamentali del branding, quindi assicurati che chi ti offre il sito ti possa offrire anche l’aiuto nella produzione e organizzazione dei contenuti.
    ( Cos’è il branding )

Che esperienze hai avuto se ti è capitato di chiedere dei preventivi per il tuo sito? E nel tuo lavoro fornisci regolarmente preventivi? Seguivi già queste regole? Se questo post ti è stato utile condividilo e commentalo in Facebook o Linkedin.

[ Photo by Kaitlyn Chow on Unsplash ]

 


 

Vuoi ricevere la mia newsletter mensile o iscriverti alla mia lista WhatsApp? ISCRIVITI QUI
Avrai un work-book in regalo: “le 9 domande fondamentali”, che ti sarà molto utile se vuoi avere un sito internet ma non sai da che parte cominciare, e riceverai informazioni, consigli, offerte riservate.

Hai bisogno di aiuto per il tuo sito web? Visita il mio sito www.decodo.it con tutti i miei servizi 2020 e poi, per cominciare, prenota la tua CONSULENZA ONLINE GRATUITA.

 


You Might Also Like