AVERE UN SITO WEB

A cosa serve e a chi serve un sito web

A cosa serve e a chi un sito web

 

Che cosa è un sito internet, a cosa serve e a chi serve un sito web e come è fatto: questo post parla di questo.

 

A volte diamo per scontate delle cose. Si potrebbe pensare che tutti sappiamo a cosa serve un sito web, visto che tutti entriamo in parecchi siti internet quotidianamente.
Non dovremmo avere neppure bisogno di chiedercelo, a cosa serve un sito web.
L’impressione che ho io, invece, quando navigo in internet, è che molte persone e aziende che hanno un sito in realtà non abbiano capito di preciso a cosa serve, a chi serve, che cosa ci va messo e perché. Se no non ci sarebbero così tanti siti che non funzionano, in rete.
Non hai questa impressione anche tu?

CHE COSA È UN SITO WEB?

I siti web sono spazi virtuali, costruiti come degli edifici divisi in stanze (le pagine), con dei loro percorsi, con delle persone che entrano e fanno delle cose.
Sono all’interno di computer chiamati server, di proprietà di un provider, ai quali ci possiamo collegare liberamente dal nostro computer o smartphone ovunque siamo, tramite la rete internet.

A COSA SERVE UN SITO WEB?

I siti web hanno un loro scopo che può variare da sito a sito e in base a questo cambiano i contenuti.
Possono avere lo scopo di mostrare qualcosa come fossero musei o negozi, o possono avere lo scopo di informare e insegnare con del testo scritto, dei filmati o dei file audio, come fossero delle biblioteche o delle scuole.
I siti internet possono servire a chiacchierare come nei forum o nei blog, come fossero dei salotti o dei bar dove le persone che hanno qualcosa in comune si incontrano, possono servire a fornire dei servizi, come quando entri nel sito della tua banca e fai un bonifico o quando entri nel sito che ti permette di modificare le tue immagini, creare dei file, archiviare dei documenti online, guardare una mappa e seguire un percorso col navigatore, sapere che tempo fa, telefonare gratis, ecc… l’elenco sarebbe infinito.

I siti web possono servire a vendere e a comprare, non solo i siti di e-commerce ma anche i siti aziendali che pur non vendendo direttamente servono a fare conoscere i propri prodotti o servizi per poi essere contattati direttamente.
I siti internet servono a fare marketing, sostituendo o affiancando le reti di vendita con delle campagne che portano le persone a trovare on-line quello che cercano autonomamente. Con annunci mirati servono a pubblicizzarsi in modo più efficace rispetto ad altri mezzi.
I siti, e questo è forse l’uso che tutti noi facciamo più spesso di internet, servono a farci trovare quello che cerchiamo, stando comodamente seduti davanti a uno schermo, tramite motori di ricerca come Google, collegandoci al mondo intero e a miliardi prodotti, servizi, informazioni, soluzioni di cui non avremmo mai saputo l’esistenza senza internet.

I siti web servono a collegarci con le persone, ci permettono di parlare con chiunque e ovunque quasi gratis, ci permettono di incontrarci e condividere le cose, come nei social.
I siti ci permettono di parlare di quello che facciamo per farci conoscere, soprattutto se abbiamo una attività commerciale di qualunque tipo, ma anche se abbiamo una passione e vogliamo condividerla.
Per esempio i blog sono nati con questo spirito, condividere una passione, il proprio pensiero, le cose che si fanno con un diario on-line, anche se adesso molti blog vengono utilizzati per fare marketing, soprattutto dai freelance.

Per capire meglio cosa è e a cosa serve un sito internet potremmo paragonare le diverse tipologie di siti a degli edifici (non a caso si parla, nel web design, di architettura dei contenuti) più che a dei mezzi pubblicitari vecchio stampo (biglietto da visita, depliant, catalogo).
Perché i siti hanno quasi sempre anche delle funzionalità: non ci limitiamo a sfogliare le pagine e guardare ma possiamo interagire, dall’azione più semplice come compilare un form per iscrivendoci a una newsletter o mandare un messaggio, ad azioni più complesse usufruendo di servizi.

I siti web sono dei contenitori, se non ci metti contenuti adeguati e comprensibili non funzionano.

COME È FATTO UN SITO WEB?

Un sito semplice serve solo a mostrare chi siamo e cosa facciamo ma è indispensabile che abbia alcune cose di base (e ti posso assicurare che molti siti non le hanno).
Ci dovrà essere una pagina introduttiva, la home page, che riassume i contenuti del sito invitandoci ad entrare nelle altre pagine, e potremmo considerarla un atrio, anche se in internet non è detto che le persone entrino in un sito dalla home page, potrebbero arrivare anche direttamente in altre pagine.
Poi troveremo una pagina dove verrà spiegato chi è il titolare del sito, la famosa about page, cioè la pagina “chi sono”, o “azienda” dove si spiega chi sei e cosa fai ed è la prima pagina visitata perché le persone vogliono sapere chi c’è dietro, di qualunque sito si tratti, soprattutto se è un sito che vende prodotti o servizi, ma anche se è un sito che fornisce informazioni, vogliono sapere se si possono fidare.
Poi ci sarà una pagina con i contatti, con tutti i recapiti, gli orari se hai un negozio fisico, un form di contatto da compilare, la mappa che indichi come trovarti, anche se tutte queste informazioni essenziali si tende oggi a metterle in tutte le pagine in fondo, nello spazio chiamato footer, così si trovano prima, perché una cosa fondamentale che le persone vogliono sapere, e subito, è dove sei di preciso. Se sei una ditta devi mettere tutti i tuoi dati fiscali, per legge.
Poi c’è la parte più impegnativa, che può essere anche molto grande, dove vengono descritti i tuoi servizi, i tuoi prodotti, ed è importante strutturarla bene, dare un sacco di informazioni perché il sito serve proprio a questo, a parlare per noi, a mostrare chi siamo, cosa facciamo, come, quando, dove, perché, per chi.
Questo è il minimo indispensabile che ci deve essere in un sito, perché funzioni.

A CHI SERVE AVERE UN SITO WEB?

Un sito serve a tutti quelli che hanno qualcosa da dire, mi verrebbe come prima risposta.
Ma soprattutto un sito serve a chiunque abbia una sua attività: alle aziende, ai liberi professionisti, alle persone che hanno interesse nel fare conoscere quello che fanno, fosse anche solo una passione da condividere.
Quando dici che un sito non ti serve forse non hai capito a cosa serve un sito, ma di sicuro su una cosa concordo, un sito fatto male, incompleto, che non ha i contenuti adeguati non ti serve, anzi ti può pure danneggiare.
Quello che ti serve è un sito fatto bene, che parli per te, che lavori per te e per i tuoi clienti, che te li faccia trovare, i clienti, che li informi portandoli all’acquisto, che fornisca loro dei servizi. Sia che tu abbia un’azienda o che tu sia libero professionista o anche solo perché hai qualcosa da dire, magari un sito ti serve.

Hai un sito web? Funziona? Non ce l’hai ma lo vorresti? Di preciso come pensi potrebbe esserti utile?

[ Photo by Arthur Aldyrkhanov on Unsplash ]

 


 

Vuoi ricevere la mia newsletter mensile o iscriverti alla mia lista WhatsApp? ISCRIVITI QUI
Avrai un work-book in regalo: “le 9 domande fondamentali”, che ti sarà molto utile se vuoi avere un sito internet ma non sai da che parte cominciare, e riceverai informazioni, consigli, offerte riservate.

Hai bisogno di aiuto per il tuo sito web o blog? Comincia con la mia CONSULENZA ONLINE GRATUITA.

 


You Might Also Like