CREARE CONTENUTI

Creare contenuti per il sito web

Creare contenuti per il sito web

 

Come creare contenuti per il sito web, quali sono le cose che non possono mai mancare in un sito, come organizzare i testi per il sito web: questo post parla di questo.

 

Vuoi avere un tuo sito web per la tua attività, stai cercando di capire se rivolgerti ad un professionista, se chiedere a tuo cugino o se usare una piattaforma gratuita così risparmi.
Quello che non sai, forse, è che qualunque soluzione tu scelga (e mi auguro che tu scelga la prima) dovrai prima di tutto occuparti dei contenuti del sito.
Non sto parlando di un blog. Di quello parlerò in un altro post.
Sto parlando di un sito aziendale o di un libero professionista.
Un sito che parli del tuo lavoro.

Piccola parentesi autobiografica.
Faccio siti da vent’anni e per anni ho collaborato con uno studio grafico: di solito mi veniva commissionato il sito e non c’era quasi niente da metterci dentro, se c’era non era adatto al web.
C’era un’idea di come lo si voleva dal punto di vista estetico e si tendeva a costruire una struttura quasi vuota, che restava ferma per mesi, se non anni, in attesa del materiale da metterci.
Di solito c’era il logo e quando andava bene c’era del materiale che era stato utilizzato per una brochure (testi e foto). Stop.
Mi sono capitati testi che dopo averli inseriti nel sito non avevo capito io di cosa parlavano, scritti in un copywriting vecchia scuola dove si vanno a cercare strani vocaboli, si fanno strani giri con frasi lunghissime che non vogliono dire assolutamente nulla, come se lo scopo fosse solo riempire gli spazi.
Non c’è da meravigliarsi che quei siti non portassero clienti.

Quello che si dovrebbe fare, quando si progetta un sito internet, è assicurarsi che i testi siano chiari, che diano informazioni precise, che coinvolgano, che siano trovati dai motori, e che è fondamentale che la struttura, l’alberatura del sito sia pensata in base ai testi che ci andranno messi e alle parole chiave relative a quei testi.

Oggi il copy è uno strumento potente di vendita: nei siti, nei social, nelle newsletter.
C’è il seo copywriting, l’ux writing, ci sono i microcopy, c’è lo studio di come la gente legge i siti web, di come scrivere per essere trovati nei motori di ricerca.
Poi, a mio parere solo in un secondo momento, vengono le immagini, la grafica, le foto, i filmati, altri file.

Le persone che entrano nel sito non vedono il sito, vedono i suoi contenuti.
Non si fa caso alla struttura che li contiene, la si dà per scontata, come se entrando in una casa si guardasse solo l’arredamento.
Chi entra nel tuo sito web identifica il tuo stile con i tuoi contenuti, testi e immagini.
In realtà la struttura, l’impaginazione, l’usabilità sono fondamentali e senza di loro i contenuti non ci sarebbero, ma non se ne ha la percezione, se non si è addetti ai lavori.

COME CREARE CONTENUTI PER IL WEB

I contenuti per il web sono soprattutto testi e immagini e i testi sono fondamentali perché è soprattutto dai testi che si decide il successo di un sito e di una strategia completa nel web (social, newsletter, seo, sem).
È dai testi che si costruisce la struttura del sito lato seo (perché sia trovato nei motori di ricerca), è coi testi che si convince chi entra nel sito che è nel posto giusto, che si può fidare, è con testi chiari che spiegano chi sei, cosa fai, come lo fai, dove, quando e soprattutto perché, che ti costruisci una reputazione on-line e trovi clienti.

Indispensabile in ogni sito è la pagina “chi sono” o “chi siamo” o “azienda” dove spieghi chi sei. Sembrerà strano ma più che parlare di te devi parlare del tuo cliente ideale, spiegargli che sei proprio la persona che sta cercando e che tipo di problemi gli risolvi coi servizi o prodotti che offri. E non è per niente semplice. Ma su questo scriverò un post.

Poi ci sono i testi che descrivono quello che fai, prodotti o servizi.
Devono essere più dettagliati possibile, devi uscire dalla tua bolla di competenza e metterti nei panni del tuo cliente ideale, ancora.
Come parla il tuo cliente? Che parole usa? Forse non quelle che usi tu, anzi quasi di sicuro.
Le schede prodotto o le singole pagine che parlano dei tuoi servizi devono seguire uno schema ben preciso, in modo che agevolino i contatti o la vendita.
Ci sono delle regole basate sulle abitudini che le persone hanno quando entrano in un sito, sulla velocità, la fretta di trovare informazioni.

Lo sai per esempio che di solito tutti noi facciamo un percorso a Z quando guardiamo velocemente una pagina web? E che esiste un metodo per scrivere il testo, a piramide rovesciata? E che il testo va sempre formattato utilizzando spazi, paragrafi, grassetto, titoli e sottotitoli? E che nel testo devono comparire, ben distribuite, le parole chiave attinenti l’argomento, con la giusta densità?

Anche se incarichi qualcuno o ti fai aiutare, solo tu sai di preciso cosa fai col tuo lavoro e sarai tu a dover fornire a chi se ne occupa tutte le informazioni sui tuoi prodotti e servizi.
Dovrete fare un lavoro specifico sui tuoi concetti base, la tua motivazione, i tuoi punti di forza.
Dovrete studiare il target per capire con chi state parlando e quale stile di scrittura usare.

Questo è, secondo la mia esperienza, un lavoro difficilissimo da fare, per il cliente.
La maggior parte dei clienti con cui ho lavorato ha enormi difficoltà a parlare di sè, non ha fatto nessun lavoro di branding (di cos’è il branding parlerò in un altro post) e non conosce pienamente le proprie potenzialità, i propri obiettivi, il proprio target, non ha in mente i propri concetti di base e se li conosce non li sa raccontare.
È comprensibile e per questo esistono i professionisti, che traducono in parole quello che fai, ti aiutano a tirar fuori un significato che ti differenzia.

Poi ci sono le immagini che anche loro andrebbero create e scelte in base al branding, cioè ai concetti aziendali di base.
La grafica, l’identità visiva, il visual branding (logo, colori, font).
E le foto, che in alcuni settori sono fondamentali e che per altri settori invece possono anche essere secondarie.

Chi entra nel sito del tuo hotel vuole vedere bene come è l’hotel: come sono le camere, come è la sala da pranzo, la piscina, la reception, i dintorni, vogliono essere guidati in un tour virtuale e immaginarsi già lì.
Se hai un negozio lo stesso: lo devi mostrare.
Se vendi dei prodotti dovrai fotografarli valorizzandoli, in tutte le loro angolazioni e nei particolari.

Fai delle belle foto o falle fare ad un fotografo ma che siano di qualità.
Se invece hai un’attività che non si presta ad essere fotografata, come la mia, allora puoi utilizzare siti di stock, dove le immagini sono esenti da diritti e si possono liberamente utilizzare, magari citando la fonte, gratuitamente, oppure a pagamento ma ad un costo molto basso.
Bisogna sapere che non tutto quello che è in internet è esente da diritti di copyright, anzi, per la verità se non specificato di solito non lo è.
Ma di questo parlerò in un altro post, adesso mi basta farti capire che non puoi semplicemente cercare le immagini in Google e metterle nel tuo sito.

Quindi, se hai intenzione di fare un sito prima di tutto pensa a cosa ci vuoi mettere, a cosa hai a disposizione adatto a internet e a cosa devi creare, quando chiedi un preventivo fatti trovare pronto, con le idee chiare e valuta se è il caso di incaricare un professionista che ti scriva i testi o ti aiuti a scriverli, perchè sono fondamentali.

Immaginavi che i contenuti fossero così importanti per un sito web? Lo sapevi che esiste un modo di scrivere i testi specifico per internet con regole bel precise? Questo post ti è stato utile?

[ Photo by Eniel Molenaar on Unsplash ]

 


 

Vuoi ricevere la mia newsletter mensile o iscriverti alla mia lista WhatsApp? ISCRIVITI QUI
Avrai un work-book in regalo: “le 9 domande fondamentali”, che ti sarà molto utile se vuoi avere un sito internet ma non sai da che parte cominciare, e riceverai informazioni, consigli, offerte riservate.

Hai bisogno di aiuto per il tuo sito web o blog? Comincia con la mia CONSULENZA ONLINE GRATUITA.

 


You Might Also Like