Pasta, riso e cereali

Gnocchi di patate con la spirulina

Gnocchi alla spirulina

 

Semplici gnocchi di patate con l’aggiunta di spirulina: vegani, iperproteici e supernutrienti. Conditi con olio d’oliva e noci tritate.

Gli gnocchi di patate sono una delle cose più semplici, buone, povere che ci siano. Patate, farina, sale. Stop. Li ho sempre visti fare così fin da piccola, senza uova. In pratica vegani, se non fosse che tradizionalmente si mangiano con burro fuso e formaggio grattugiato.

Questi sono arricchiti da un ingrediente molto particolare, un supercibo, l’alga spirulina, che ormai viene anche prodotta in Italia, certificata biologica, e ha delle proprietà nutrizionali davvero interessanti. Il sapore è buono, ho usato quella che mangio anche così com’è, la crunch, perchè avevo quella, ma meglio usarla in polvere. Per approfondire l’argomento spirulina andate al post che ho scritto qualche mese fa dopo aver partecipato ad un convegno a Milano: Spirulina, cibo del futuro.

La spirulina rende questi gnocchi molto nutrienti, proteici e sazianti. Quindi meglio fare porzioni piccole e considerli un piatto unico.
Non ho dosi precise, perchè li faccio sempre a occhio, gli gnocchi.

 


Gnocchi di patate con la Spirulina

patate cotte al vapore
farina tipo zero o tipo due
sale fino integrale
alga spirulina in polvere

olio extra vergine d’oliva
noci tritate
lievito alimentare in scaglie

Ho schiacciato le patate, ho impastato le patate con una presa di sale, un cucchiaio abbondante di spirulina (forse ne bastava meno) e farina quanto basta. Erano parecchie patate, 4 o 5 abbastanza grosse, sono venuti gnocchi per 4/6 persone. La consistenza l’ho lasciata morbida leggermente appiccicosa per non aggiungere troppa farina (che poi san troppo di farina e poco di patate), ho formato i rotolini passandoli nella farina, tagliato a tocchetti piccoli e messo in freezer.
Poi li ho cotti in acqua bollente salata, scolati appena arrivati a galla e conditi con olio extra vergine d’oliva, noci tritate, lievito alimentare in scaglie e germoglio di cipolla (assolutamente opzionali soprattutto se siete deboli di stomaco). Va benissimo anche un sughetto leggero di pomodoro.


Nel vecchio blog ci sono altri gnocchi di patate classici: tricolore e rosa con la rapa rossa. Era una vita che non li facevo, ma proprio tanto. Voi li fate? Ci mettete l’uovo per paura che non stiano insieme? A me è capitato solo una volta che si siano tutti sciolti nell’acqua, di solito capita quando si usano le patate sbagliate, quelle nuove, credo.

Occhio alla spirulina, non tutte sono uguali e ne circola di cinese di scarsa qualità, se volete essere sicuri che sia italiana, biologica, di alta qualità al prezzo migliore e con un buon sapore c’è quella dell’Algheria.

C’È ANCHE IL PDF STAMPABILE E SCARICABILE!


Ho disattivato i commenti ma se vi va scrivetemi! Ho il vizio di rispondere.
In e-mail o nella nuova pagina facebook.
Poi c’è la mia newsletter, la mando il 4 di ogni mese, ci si iscrive QUI e ci si disiscrive quando si vuole.

You Might Also Like