le belle aziende del futuro

La paura di comunicare

 

Comunicare quello che siamo, parlare di quello che facciamo, dare informazioni semplicemente, accogliere le persone che si mettono in contatto con noi.
Lo sappiamo fare? Lo sai fare? O hai bisogno d’aiuto?

La settimana scorsa ero al solito posto, sul lago di Endine, e ho fatto questa foto al volo, camminando, colpita dal colore rosso dell’acero che spiccava tra i colori autunnali con la complicità di un raggio di sole tra gli alberi, quasi fosforescente.
Solo dopo ho capito l’enorme significato simbolico che questa immagine evocava.
L’ho capito, come spesso succede, grazie a qualcun’altro che me l’ha fatto notare, perchè spesso la nostra consapevolezza ha bisogno di fare un giro largo, un percorso che mi piace pensare a spirale, e tornare a noi attraverso qualcuno con cui siamo in sintonia.

 

“Beh è bello essere sicure di sé, una bella lezione di vita” ha detto Simonetta, e io ho detto “E non aver paura di brillare, eh?”.

 

Quanto siamo capaci di brillare?
Quanto siamo capaci semplicemente di essere, senza ostentazione o presunzione, ma semplicemente essere noi, con la nostra unicità, senza vergogna, senza desiderio di omologarsi?
E quanto abbiamo bisogno di un raggio di sole che ci illumini, di un aiuto esterno, magari casuale o che sembra tale?

Ultimamente mi occupo di comunicazione web, più che di web design (che è stato il mio lavoro principale negli ultimi 15 anni).
Mi occupo dei contenuti oltre che della struttura dove i contenuti vanno messi.

 

Lo faccio perchè ce n’è bisogno. Perchè ci sono aziende che non si raccontano bene. Spesso non si mostrano per niente. Sono bellissimi aceri rossi in ombra, nascosti dalle erbacce.

 

Comunicare quello che siamo, parlare di quello che facciamo, dare informazioni semplicemente, accogliere le persone che si mettono in contatto con noi.
Lo sappiamo fare?
In questi mesi, con la rete del bio, ho visitato centinaia di siti di piccole aziende biologiche.
E la risposta è no. Non lo sappiamo fare.
Abbiamo bisogno di qualcuno che ci aiuti, un raggio di sole.

 

 

Questo è il motivo per cui da gennaio 2018 in DECODO ci sarà un nuovo servizio, un percorso personalizzato per aiutare le piccole aziende a comunicare bene quello che fanno, con canone mensile e a piccoli passi, a posti limitati perchè il mio tempo non è illimitato.
Un bel viaggio da fare insieme.
Vuoi saperne di più? SCRIVIMI e ti spiego tutto.

 


Esiste una cosa, nel web design, che si chiama usabilità, strettamente collegata a quella che si può chiamare anche user experience, che è lo studio dell’esperienza dell’utente che visita il sito.
Utente che io chiamerei cliente, perchè il cliente non è cliente solo quando compra, è cliente dal primo istante in cui entra in contatto con noi, ovunque lo faccia.
Poi c’è tutto il resto. La comunicazione è molto più che avere un sito; ci sono social, blog, newsletter, che se non abbiamo una strategia non ci aiutano.
Sembra semplice ma non lo è.

Se hai una piccola-media azienda o sei un professionista valuta di farti aiutare, ti accompagnerò volentieri, passo passo, potrai decidere quanto investire del tuo tempo e dei tuoi soldi, ogni mese, e smetterai di perdere tempo, soldi, clienti.
Ti sei mai chiesto quante persone ogni giorno in internet ti cercano e non ti trovano? O ti trovano ma non capiscono chi sei, cosa fai, dove, come e perchè? Quanti clienti stai perdendo, senza accorgertene?


 

You Might Also Like