Bergamo

La valle della biodiversità a Bergamo

La valle della biodiversità

Sabato sono andata ad Astino, uno dei posti più belli di Bergamo, secondo me.
Una valle agricola ai piedi dei colli che negli ultimi anni è tornata a vivere, intorno ad un ex monastero restaurato con una bella chiesa (del Santo Sepolcro), un’area mostre (ce ne sono sempre un paio e ad ingresso libero), bar, ristorante e soprattutto la Valle della Biodiversità, una sezione dell’Orto botanico di Bergamo dove si possono ammirare tantissime piante alimentari, praticamente il nostro cibo, o quello che dovrebbe essere il nostro cibo se mangiassimo in modo più variegato e più vegetale, con pannelli informativi sull’alimentazione e l’impatto sul pianeta, il tema dell’Expo di due anni fa nella sua autenticità, e infatti questo progetto è nato proprio in quell’occasione.

La valle della biodiversità

La valle della biodiversità

La valle della biodiversità

Fiori di pisello odoroso

La valle della biodiversità

Ci sono verdure che tutti conosciamo ma rappresentate in tante varietà che sicuramente non avevamo mai avuto occasione di vedere, poi cereali, legumi, piante officinali, ma quant’è ricco il mondo vegetale, eh?
Bisognerebbe starci delle ore, passeggiare tra le piante respirandone l’energia, ma si schiattava di caldo, ero anche stata a raccogliere le ciliegie e volevo camminare un po’, perchè questo è anche un posto molto bello per camminare, da qui si sale in via Sudorno con una breve salita che mi piace molto e si arriva in colle aperto in città alta.

Quindi ho girato un po’ tra le piante senza leggere tutti i cartellini coi nomi, ma ho letto i cartelli, molto belli, che spiegano cose essenziali in modo semplice, per esempio voi lo sapevate che la maggior parte del cibo che abitualmente mangiamo ha origini lontane? e che possono servire anche mille anni per formare un centimetro di suolo? e che esistono in natura settemila specie coltivate per il consumo umano ma il cinquanta per cento dell’energia alimentare che ci permette di vivere la ricaviamo da tre sole specie, frumento, riso e mais?

Siamo responsabili delle scelte quotidiane che impattano sul nostro habitat e sul pianeta.

Siamo responsabili delle scelte quotidiane che impattano sul nostro habitat e sul pianeta. Perchè noi siamo il futuro, qui, adesso, da subito.

 

Il monastero di Astino con la Valle della Biodiversità lo potete anche vedere nel post che gli avevo dedicato due anni fa, qui.

“Sei in un museo all’aperto denso di preziosità, dove si studiano e si conservano collezioni botaniche che comunicano il rapporto tra Piante e Uomo.”

Orto botanico di Bergamo
Sezione di Astino – Valle della Biodiversità
Via Astino, BERGAMO

Orari Apertura dal 1 aprile al 31 ottobre Tutti i giorni festività comprese

APRILE 10:00 – 12:00 / 14:00 – 18:00
MAGGIO 10:00 – 12:00 / 14:00 – 19:00
GIUGNO 10:00 – 12:00 / 15:00 – 20:00
LUGLIO 10:00 – 12:00 / 15:00 – 20:00
AGOSTO 10:00 – 12:00 / 15:00 – 20:00
SETTEMBRE 10:00 – 12:00 / 14:00 – 19:00
OTTOBRE 10:00 – 12:00 / 14:00 – 17:00


Ho disattivato i commenti ma se vi va scrivetemi! Ho il vizio di rispondere.
In e-mail o nella nuova pagina facebook.
Poi c’è la mia newsletter, la mando il 4 di ogni mese, ci si iscrive QUI e ci si disiscrive quando si vuole. In regalo il mio e-book “Le mie 30 ricette preferite con le erbe spontanee”.

You Might Also Like