erbe spontanee

Malva selvatica

 

Ma come mi piace la malva! La raccolgo sempre, me la mangio cotta e cruda e la faccio anche seccare per le tisane.
Quando tagliano l’erba ricresce quindi la si raccoglie anche in piena estate e in autunno, oltre che in primavera.
Ce l’ho anche nel vaso perchè l’avevo raccolta con le radici qualche anno fa, è una annuale ma si semina da sola, è quella nella foto.

La malva selvatica, nome scientifico Malva Sylvestris, è una pianta molto bella, con fiori di una tinta di viola che si tende a chiamare non a caso color malva.
Foglie grandi tonde con le piegoline, come si fa a non amarla, generosissima quasi come l’ortica.
Come tutte le piante spontanee officinali oltre a essere buona ha un sacco di proprietà benefiche.

Le foglie e i fiori di malva hanno proprietà antinfiammatorie e antibatteriche.
Le mucillagini contenute nella malva le permettono di creare una sorta di gel che protegge la zona irritata evitando il proliferarsi dell’infezione e lenendo l’infiammazione.
Può essere utilizzata sotto forma di infuso per ascessi ai denti, per alleviare raffreddori, influenza, tonsilliti. La tisana è anche utile in caso di stipsi, gastriti e reflusso esofageo.
Tutto questo sempre grazie alle mucillagini.

La malva contiene sali minerali e vitamine. Oltre che per uso interno può essere utile per uso esterno in caso di problemi di pelle: scottature, dermatite, desquamazione, secchezza, orticaria.

La utilizzo in cucina, mi piace molto soprattutto leggermente scottata e utilizzata come ripieno di torte salate o ravioli o saltata in padella per condire la pasta, mentre i fiori e le foglioline tenere si possono aggiungere alle insalate.
Ha un sapore molto piacevole, dolce, come l’ortica, non tutte le erbe spontanee sono amare!
Ovviamente considerate il fatto che tende ad essere lassativa prima di mangiarla o assumerla in tisana.
Quella secca la si può anche tritare ed usare per insaporire, magari in un mix con altre erbe spontanee.

Molto facile da trovare e molto semplice da riconoscere, se non la trovate in giro sicuramente la trovate secca in erboristeria.


Ho disattivato i commenti ma se vi va scrivetemi! Ho il vizio di rispondere.
In e-mail o nella nuova pagina facebook.
Poi c’è la mia newsletter, la mando il 4 di ogni mese, ci si iscrive QUI e ci si disiscrive quando si vuole. In regalo il mio e-book “Le mie 30 ricette preferite con le erbe spontanee”.

You Might Also Like