Dolci

Mini strudel con le mele senza zucchero

Strudel di mele senza zucchero in versione mini

 

Lo strudel di mele, in versione piccola comoda da portarsi in giro, con le mele, l’uvetta, la cannella e le noci tritate, vegan senza zucchero.

Lo strudel di mele è una delle prime ricette che avevo messo nel mio vecchio blog, fatto ovviamente a modo mio ma non distante secondo me dalla versione tradizionale, che credo sia nata come dolce povero.
L’impasto è la solita “pasta matta” che uso anche per le torte salate, semplicissima.
All’interno ho messo mele, uvetta, noci tritate, cannella e nient’altro, niente zucchero di nessun tipo.
Se preferite che sia più dolce basta aggiungere dello zucchero di canna con le mele e magari servire con un filo di miele o sciroppo d’acero.
A me piace di più così.

 


 


Mini strudel di mele senza zucchero

3 mele grandi
1 limone bio
100 g di noci tritate
100 g di uvetta
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 pizzico di sale integrale

300 g di farina tipo 0
3 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
1 cucchiaio di aceto di mele
1 pizzico di sale

Ho impastato la farina con l’olio e l’aceto, aggiunto un pizzico di sale e acqua a poco a poco. Ho messo a riposare in frigo qualche ora (si stende meglio e rimane più croccante).
Nel frattempo ho tagliato le mele a dadini (lasciando la buccia), ho aggiunto la buccia del limone a filini, il succo del limone, la cannella, l’uvetta, le noci tritate e mischiato bene.
Ho steso l’impasto e tagliato dei quadrati, poi li ho stesi più sottili e li ho riempiti con le mele.
Ho cotto a 175 gradi fino a doratura, 15/20 minuti.


Questa versione piccola è più comoda per spuntini, buffet, per portarsi in giro qualcosa da sgranocchiare, ma rimane più dominante la parte croccante dell’impasto ai lati, a discapito della dolcezza e morbidezza delle mele. Quindi forse preferisco la versione classica, grande, da tagliare a fette. Ci sono più mele.

C’È ANCHE IL PDF STAMPABILE E SCARICABILE!


Ho disattivato i commenti ma se vi va scrivetemi! Ho il vizio di rispondere.
In e-mail o nella nuova pagina facebook.
Poi c’è la mia newsletter, la mando il 4 di ogni mese, ci si iscrive QUI e ci si disiscrive quando si vuole.

You Might Also Like