Pasta, riso e cereali

Ravioli di castagne al cacao

Ravioli di castagne

 

Ho fatto dei ravioli molto semplici, la pasta è all’uovo con cacao, il ripieno di castagne e semi oleosi. Non ho usato latticini e li ho conditi con olio, aglio e l’avanzo del ripieno.

I ravioli con le castagne bollite dentro li avevo fatti nel vecchio blog due volte, qui con la ricotta nel ripieno e i funghi pioppini nel sugo e qui senza latticini col ragù di seitan.

Questi sono ancora più semplici.
Ho l’abitudine, quando faccio i ravioli e li metto in frigo, di mangiarmi gli avanzi in minestra.
Di solito metto in pentola il ripieno (di qualunque tipo sia) allungato con acqua, magari aggiungo qualche verdura o erbetta, dipende, poi aggiungo i ritagli di pasta dei ravioli, tutto qui.
Questa volta i ritagli li ho messi in freezer e ho condito i ravioli col ripieno avanzato, che era granuloso.

Gli ingredienti sono tutti bio tranne le castagne che ho raccolto io e la salvia selvatica che ho raccolto e fatto seccare io.


Ravioli di castagne al cacao

Per la pasta (la solita che faccio sempre):
250 g di farina 2 (la mia era del mulino marino)
2 uova
1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
1 cucchiaio raso di cacao
una presa di sale grigio

Per il ripieno: (dosi a occhio)
castagne bollite con alloro e semi di finocchio e pelate
mandorle
pinoli
semi di girasole
poco olio
una presa di sale grigio
salvia selvatica e salvia officinale secche tritate

Per il sugo: (dosi a occhio)
olio extra vergine d’oliva
aglio
zenzero (opzionale)
salvia selvatica e salvia officinale secche sminuzzate
avanzo del ripieno (almeno un paio di cucchiai a porzione)

Ho impastato e lasciato riposare per un’oretta.
Le castagne le avevo cotte la sera prima.
Ho tritato gli ingredienti del ripieno nel robottino.
Ho steso la pasta, fatto il ravioli con la formina apposita, messi in freezer.
Ho tenuto in frigo l’avanzo di ripieno.
Il giorno dopo mentre cuocevano i ravioli (li tolgo dal freezer e li butto in acqua bollente congelati) ho scaldato in padella l’olio con l’aglio e le salvie tritate (ho messo anche lo zenzero, ci può stare bene anche poco peperoncino). Ho soffritto a fuoco basso e poi ho unito i ravioli scolati al dente e alla fine il trito di castagne del ripieno e mezzo mestolo di acqua di cottura della pasta per mantecare.


Le castagne le ho raccolte nello stesso posto dell’anno scorso che potete vedere qui.

Metto l’etichetta cucina vegetale anche se ci son le uova perchè il ripieno e il sugo son vegetali e la pasta fresca la potete fare come siete abituati, se siete vegan (ma il cacao mettetecelo che ci sta bene).

C’È ANCHE IL PDF STAMPABILE E SCARICABILE!


Ho disattivato i commenti ma se vi va scrivetemi! Ho il vizio di rispondere.
In e-mail o nella nuova pagina facebook.
Poi c’è la mia newsletter, la mando il 4 di ogni mese, ci si iscrive QUI e ci si disiscrive quando si vuole.

You Might Also Like